VegetOrzo su salsa di fagioli rossi

L’orzo è quasi uno sconosciuto per molti, pur essendo, pare, il primo cereale che l’uomo abbia mai mangiato. Lo era anche per me fino a qualche tempo fa, quando sognavo braciole e sudavo pancetta. La verità, e lo dico anche se mi tirerò dietro le ire dei puristi, è che lo preferisco al riso. E’ calloso, cicciottoso, perennemente in cottura. E fa bene.
L’orzo va preso mondato (decorticato) oppure perlato (è sottoposto a sbiancamento). L’integrale è per talebani, va messo in ammollo decenni prima e si deve decidere di mangiarlo con un mese d’anticipo. Noi siamo pratici.
Ovviamente il perlato è da non preferire, perchè, essendo più lavorato, perde una serie di proprietà nutritive, pur non restando a secco di benefici. Preciso che lo sbiancamento non è lo stesso a cui si sottopone il riso, ovvero con l’utilizzo di procedimenti e materiali dannosi (talco, olio di vaselina, ecc).
L’Orzo Mondato, invece, è ricco di niacina (acido nicotico), calcio (40 mg), fosforo (264 mg), ferro (3,6 mg) e potassio (452 mg), che gli conferiscono una buona azione ricalcificante e rimineralizzante, mentre contiene una quantità media di sostanze proteiche e vitamine del gruppo A e B. E’ presente anche una modesta quantità di silicio, che comporta una blanda azione sedativa.
Questo per dire che una cosa, oltre che essere buona, può anche far bene.

10012555_10203242514284540_1634088494933505391_n

Ingredienti (per due):

  • 100 grammi di Orzo Mondato/Perlato
  • 6 friggitelli
  • mezza cipolla
  • sei pomodorini
  • cinque, sei funghi champignon
  • una fettina di taleggio
  • uno spicchio d’aglio
  • 1/2 barattolo di fagioli rossi
  • olio EVO q.b
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.
  • un cucchiaio di salsa Worchester
  • due spruzzate di tabasco

Preparazione:

Partiamo dalla salsa di fagioli.
Prendete i vostri fagioli rossi, sciacquateli, versateli in una ciotola, aggiungete un cucchiao di olio EVO, un cucchiaio di salsa Worchester, due spruzzate di tabasco, un goccio d’acqua (quel tanto che basta a mantenere la salsa fluida) e dateci sotto di pimer. Aggiustate di sale e, nel caso, aggiungete un goccio d’olio EVO. A crudo è una benedizione.
In una padella, possibilmente una simil-wok, aggiungete un cucchiaio di olio EVO, uno spicchio d’aglio, un peperoncino e lasciate che l’olio si insaporisca. Dopo due o tre minuti a fiamma medio-bassa, togliete aglio e peperoncino.
Tagliate a fettine i friggitelli e metteteli in padella. Fiamma media. Coprite con un coperchio e lasciate andare per qualche minuto.
Nel frattempo tagliate a fettine i vostri adorati funghi. Mettete anche loro in padella, questa volta senza coperchio.
Dopo un altro paio di minuti, aggiungete la mezza cipolla a fettine, una tazzina d’acqua, i pomodorini, abbassate la fiamma, salate e coprite. La cipolla la vogliamo stufata. Dimenticatevi della padella per i prossimi dieci minuti, almeno.
Occupiamoci dell’orzo. Se usate l’orzo mondato, dovete sciacquarlo, poi lasciarlo in ammollo per 6 ore e conservare la relativa acqua per la successiva cottura. Se usate orzo perlato, lavatelo con acqua corrente e via. Il consiglio, in ogni caso, è quello di usare una pentola a pressione. Aggiungete 750 ml d’acqua e lasciate che questa pentola, tanto amata dalle donne di tutto il mondo, faccia il miracolo per cui è stata progettata.
A titolo informativo, potete tostare l’orzo come si fa con il riso e cuocerlo allo stesso modo. Da qui il nome “orzotto”.
Ma non è questo il caso.
Dopo quindici minuti, se usate orzo perlato, 40 se usate orzo decorticato, la pentola a pressione avrà fischiato in abbondanza come una vecchia locomotiva. Togliete dal fuoco, fate freddare la pentola sotto l’acqua corrente prima di aprirla, tanto per evitare detonazioni di portata interessante, scolatelo, aspettate una decina di minuti ed impiattate coma da foto. Come tocco maialo, guarnite con qualche strisciolina sottile di taleggio. Si scioglierà con il calore dell’orzo e, se non lo fa, dategli 20 secondi di microonde ad 800w.

Costo: irrisorio…irrorzorio…    Tempi di preparazione: dipendono dal tipo di orzo usato. Se è perlato, ve la cavate con mezz’ora al massimo. Altrimenti, considerate 45-50 minuti.

Annunci