The Breakfast Club

Ammetto di non essere uno di quelli che fa spesso colazione. Di sicuro non sono uno da fette biscottate, marmellata e caffè. Questo anche per colpa dei miei, che mi hanno saturato di alimenti zuccherosi per il resto dei miei giorni. Non posso vedere una crostata nemmeno in foto. Sono un tipo da salato. Da colazione all’americana o continentale, che dir si voglia.
Ecco perchè non la faccio spesso. E’ calorica, inutile girarci intorno. Ma è buona ed è l’ideale se volete fare i fighi con la vostra donna, il sabato o la domenica mattina.
Quella che vi presento è una variante delle classiche uova e pancetta. Le famose Scrumbled Eggs, detto in italiano: uova strapazzate.
Una volta ho sentito chef Cracco che ne parlava ad una convention. Diceva che, quando ha iniziato, era il test che usavano nel ristorante di Montecarlo dove lavorava, per verificare il livello di un aiuto chef.
Devono essere “bavose”, umide, ma cotte. E’ facile, se si sa come fare.

IMG_20140117_103029

Ingredienti (per due amorevoli ed affamate persone a colazione):

  • 5 uova (4 intere ed 1 tuorlo)
  • otto fettine di pancetta
  • un cucchiaio di panna da cucina
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 4 crostini di pane.

Preparazione:

E’ abbastanza veloce, come ricetta. D’altra parte è una colazione, non avrebbe senso cucinare quaranta minuti.
Prendete le uova, mi raccomando da allevamento all’aperto, rompetele (quattro intere e della quinta usate solo il tuorlo). Mettetele in una ciotola stondata (bastarda) ed iniziate a frustare con delicatezza. Salate (poco perchè vanno accompagnate con la pancetta che è salata), pepate ed aggiungete un cucchiao di panna da cucina. Questo è il componente che le renderà “bavose”, appunto. Questo e la cura con cui le cuocerete.
Frustate finchè il composto non risulterà uniforme.
In una padella, mettete un filo d’olio ed, a fiamma bassa, versate le uova.
Con un cucchiaio girate in continuazione e con delicatezza. Non fermatevi mai e curate, in particolare, i bordi della padella. Non vogliamo che l’uovo si attacchi.
Con pazienza, aspettate che il composto si addensi. Una volta pronto, toglietelo dal fuoco.
In un’altra padella, mettete una noce di burro ed alzate la fiamma. Aggiungete la pancetta e fatela andare, rigirandola, fintanto che non diventa croccante. Toglietela ed asciugatela con un pò di carta assorbente.
Su una graticola, tostate qualche fettina di pane leggermente oliata.
Impiattate come da foto, preparate il caffè, magari aggiungete una rosa sul vassoio, se proprio vi sentite dei fighi bestiali, e portate la colazione alla vostra bella addormentata. Riconoscenza garantita. A meno che non sia una salutista, vegana magari.
Enjoy!

Costo: scarsi due euro  Tempo di preparazione: quindici minuti in tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...